13 May

Google SGE: Una Guida all’AI nella Ricerca

Si basa sul machine learning per comprendere meglio l’intento di ricerca degli utenti e fornire risultati di ricerca più pertinenti e contestualizzati. Impatterà sulla seo?

 

1. Cos'è Google SGE?

L’intelligenza artificiale sta penetrando in tutti i settori portando conseguentemente vantaggi e svantaggi, ma sicuramente cambiando radicalmente i paradigmi pluriennali a cui siamo abituati. La Google SGE, acronimo di Search Generative Experience, rappresenta un avanzamento critico nell'ecosistema della ricerca online. Si tratta di una tecnologia avanzata che utilizza l’AI per migliorare l'esperienza di ricerca degli utenti su Google. In parole semplici, la Google SGE mira a rendere la ricerca su Google più intuitiva, predittiva e interattiva.

2. Come utilizzare la Search Generative Experience

L'utilizzo della Google SGE sarà semplice e intuitivo. Gli utenti potranno accedere alla SGE attraverso la barra di ricerca. Non è un caso che stia usando i verbi al futuro, infatti attualmente la SGE è in fase di testing. Come sempre le nuove feature pensate dalla Alphabet Inc. vengono sempre testate abbondantemente prima di essere lanciate, in questo caso la nuova frontiera della ricerca sta venendo testata in Search Labs, la sezione di Google Labs dedicata esclusivamente alla ricerca organica e disponibile per ora solo in determinati paesi. Da quanto sappiamo la magia della SGE si manifesterà quando gli utenti formuleranno query più complesse e dettagliate. Ad esempio, anziché limitarsi a inserire una semplice parola chiave, come "ristoranti italiani", gli utenti possono formulare domande più specifiche, come "Quali sono i ristoranti italiani con le migliori recensioni nella mia zona?". In risposta a query di questo tipo, la Google SGE è in grado di fornire risultati più contestualizzati e pertinenti, inclusi box informativi con informazioni dettagliate, recensioni dei ristoranti, mappe interattive e persino prenotazioni dirette.

3. Pro e contro della SGE

La Google SGE presenta una serie di vantaggi e svantaggi per gli utenti, per i professionisti SEO e conseguentemente per le aziende che è importante considerare.

Vantaggi:

  • Migliora l'esperienza utente fornendo risposte dirette e informazioni dettagliate senza sopraffare chi cerca con numerosi articoli.
  • Incredibile personalizzazione delle SERP in base al search intent con una user experience di gran lunga più interattiva e coinvolgente.
  • Una simile rivoluzione contribuirà a un comportamento d’acquisto ancora più informato da parte dei consumatori e a una distribuzione di conoscenza generale senza pari.

Svantaggi:

  • Soprattutto nelle prime fasi ci sarà un grosso potenziale per errori di interpretazione delle query complesse.
  • Possibilità di abituare l’utente tipo a un comportamento di ricerca troppo immediato e veloce, trascurando un processo di approfondimento tipico del pensiero critico e analitico.
  • Probabile crollo di visibilità per tutti i risultati organici, con conseguente calo di CTR (Click-Through-Rate), Impressions e Clic,

4. Google SGE vs Bing Copilot

Sebbene siano entrambi sistemi basati sull'intelligenza artificiale che mirano a migliorare l'esperienza di ricerca degli utenti, ci sono alcune differenze significative tra Google SGE e Bing AI. Innanzitutto Google utilizzerà il suo algoritmo AI proprietario, mentre la ricerca generativa offerta da Bing è stata realizzata in collaborazione con OpenAI (creatrice di ChatGPT) La SGE nonostante sia ancora in fase di sviluppo sembra più accurata di Copilot nel rispondere alle query degli utenti, mentre Copilot è più avanzato nella generazione di contenuti creativi come storie, articoli e snippet di codice.

5. Quali query fanno attivare il box SGE?

La Google SGE viene attivata da una vasta gamma di query, dalle più semplici alle più complesse. Tuttavia, ci sono alcune tipologie di query che tendono a generare risultati più ricchi e interattivi attraverso il box SGE.

Ecco alcune categorie di query che spesso attivano la SGE:

  • Query informative: Domande che richiedono informazioni dettagliate su un argomento specifico, come definizioni, fatti storici, statistiche e altro ancora.
  • Query di confronto: Richieste che cercano di confrontare diverse opzioni, prodotti o servizi, ad esempio "migliori telefoni cellulari del 2024".
  • Query di localizzazione: Richieste che coinvolgono la ricerca di attività, luoghi o servizi nella propria area geografica, come "migliori ristoranti vicino a me". 

6. Query informative in SGE

Le query informative rappresentano una delle aree in cui la Google SGE brilla particolarmente. Grazie alla sua capacità di comprendere il contesto delle domande degli utenti, la SGE è in grado di fornire risposte dirette e informazioni dettagliate su una vasta gamma di argomenti. Ad esempio, se un utente digita la query "Qual è la capitale del Giappone?", la Google SGE potrebbe visualizzare un box informativo in cima ai risultati di ricerca contenente la risposta "Tokyo" insieme a ulteriori informazioni sulla città, come la popolazione, la storia e le attrazioni principali.

7. Query commerciali in SGE

Oltre alle query informative, la Google SGE è in grado di gestire efficacemente anche le query commerciali. Queste sono domande che coinvolgono la ricerca di prodotti o servizi specifici, come "migliori hotel a New York" o "televisori 4K sotto i 1000 euro". In risposta a queste query, la SGE può fornire una serie di risultati pertinenti, inclusi annunci pubblicitari, recensioni dei prodotti, prezzi e opzioni di acquisto. Inoltre, la Google SGE può utilizzare dati di localizzazione per personalizzare ulteriormente i risultati in base alla posizione dell'utente, offrendo suggerimenti mirati e pertinenti.

8. Come prepararsi alla nuova Search Generativa di Google

Con l'avvento della Google SGE, è fondamentale che le aziende e i professionisti SEO si preparino adeguatamente per sfruttare appieno le potenzialità di questa nuova tecnologia. Alcuni aspetti da tenere in considerazione per sfruttare al meglio questo update: Maggiore enfasi sul contesto di ricerca SGE fa indubbiamente affidamento sul Multitask Unified Model (MUM) per l'interpretazione delle query, questo sottolinea l'importanza del contesto nella creazione dei contenuti. Le strategie SEO devono quindi più che mai privilegiare una comprensione completa dell'intento dell'utente, andando oltre la semplice ottimizzazione delle parole chiave. I contenuti devono rispondere non solo alla domanda diretta posta dall’utente, ma anche al contesto più ampio in cui viene posta. Ad esempio, i contenuti relativi alla consulenza finanziaria dovrebbero approfondire diversi scenari di utilizzo, per rispondere a uno spettro di situazioni finanziarie. Reazione alla natura dinamica di SGE La natura mutevole delle feature e degli stati di presentazione di SGE richiede agilità nell'adattamento dei contenuti. I professionisti SEO devono rimanere vigili, analizzando continuamente le prestazioni dei loro contenuti nei diversi moduli di SGE. Ciò richiede una strategia di contenuti flessibile, in grado di rispondere rapidamente ai continui aggiornamenti e modifiche di Google. Standard rigorosi per i contenuti YMYL (Your Money or Your Life).

Per quanto riguarda i contenuti YMYL (ovvero riguardanti finanza, salute, sicurezza e altri temi che possono impattare la vita e la felicità degli utenti), SGE attribuisce grande importanza all'accuratezza e all'affidabilità. Ciò richiede standard rigorosi per la ricerca e la presentazione delle informazioni. I contenuti relativi a salute, finanza o consulenza legale devono essere basati su competenze verificabili, con chiare citazioni di fonti autorevoli. Le imprecisioni o le informazioni fuorvianti in queste aree non solo riducono le prestazioni della ricerca, ma comportano anche implicazioni etiche. Sfruttare i dati per decisioni strategiche e rapide In questo panorama in evoluzione, un approccio basato sui dati è fondamentale. Un'analisi regolare delle modalità di interazione di SGE con i diversi tipi di contenuti fornirà indicazioni sulle tendenze emergenti e sulle preferenze degli utenti. Ciò consentirà ai professionisti SEO di prendere decisioni informate e di adattare le strategie in tempo reale.

9. Come impatterà SGE sulla SEO

L'introduzione della Google SGE avrà un impatto significativo sulla SEO, infatti l’utente tipo probabilmente sentirà meno il bisogno di visitare siti web legati alla propria query di ricerca, in quanto otterrà le informazioni che sta cercando direttamente nelle SERP attraverso le risposte generate dall’AI. Questo comporterà con grande probabilità un calo del CTR per i risultati organici e non, comportando una diminuzione del traffico verso blog e siti istituzionali, tuttavia abbiamo già assistito in passato a un evento simile con l’introduzione delle SERP Features. Questo update quindi non deve spaventare i professionisti SEO e le aziende in quanto inevitabile ma piuttosto motivarli ad aumentare l’autorità del proprio dominio tramite strategie di link building e la creazione di topic clusters che possano soddisfare appieno il bisogno di informazioni dei propri clienti.

10. Ultime novità su Google SGE

La Search Generative Experience è una tecnologia in continua evoluzione, e Google continua a introdurre nuove funzionalità e miglioramenti per migliorare costantemente l'esperienza di ricerca degli utenti. Alcune delle ultime novità riguardanti la Google SGE includono:
- Integrazione con altri servizi Google: Google sta lavorando per integrare la SGE con altri servizi Google, come Google Ads e Google Shopping, per offrire agli utenti una ricerca più integrata e personalizzata.
- Miglioramenti nell'interpretazione del linguaggio naturale: Google sta investendo risorse significative nello sviluppo di algoritmi di comprensione del linguaggio naturale per migliorare la capacità della SGE di comprendere le intenzioni degli utenti e fornire risposte più accurate.
- Espansione internazionale: Google sta espandendo la disponibilità della SGE a livello internazionale, offrendo agli utenti di sempre più nazioni un accesso più ampio a questa tecnologia.

Conclusioni

In conclusione, la Google SGE rappresenta una svolta significativa nel mondo della ricerca online, offrendo agli utenti un'esperienza di ricerca più intuitiva, personalizzata e interattiva. Tuttavia, per sfruttare appieno le potenzialità di questa tecnologia, è fondamentale adattare le strategie SEO e prepararsi adeguatamente ai cambiamenti che essa comporta. Con il continuo sviluppo e l'evoluzione dell’AI ci aspettiamo di vedere ulteriori miglioramenti e innovazioni nel prossimo futuro.

 

Google SGE: Una Guida all’AI nella Ricerca

Mettiti in contatto con noi

Vuoi chiederci un preventivo, prendere un appuntamento
o semplicemente saperne di più? Siamo a tua disposizione.
Contattaci